CSEN Abruzzo

I Video di Lidia - Una Americana a Pescara

Aggiornamento: Sono online le classifiche definitive dell'Americana , validate attravero il confronto con foto e video, che ha permesso di inserire alcuni atleti non eliminati ma nemmeno passati al traguardo al giro successivo, particolarmente Vladimir Cherepanov (Hadria) e Alberto Bucci (Athletics Promotion) 4° e 5° M16, protagonisti di una volata alla morte al penultimo giro. al termine della quale si sono stesi per terra. Siamo andati un po tutti a vedere come stavano ma nessuno ha pensato di prendere il loro numero. Erano "dispersi" anche Aurelio Catalano (Sogeda) arrivato al passo dopo il 4° giro, e Nicola Fragassi (Runners Pescara). Nel video di Lidia, al minuto 3'28" si vede chiaramente un atleta che tocca il nastro dei pacemaker per passarci sotto, gesto che gli poteva costare la squalifica, tollerato in questa circostanza perchè avvenuto dopo il fischio del giudice di partenza e ininfluente per la sua posizione.

A Tocco tutto OK, o quasi...

Bella gara ieri sera a Tocco, che ha visto protagonisti Antonio Bucci e Rita Mascitti. Il risultato è ottimo, 520 arrivati complessivi su 557 pettorali, nonostante un po di problemi tecnici con il rilevamento dei tempi che molti hanno percepito (preciso che i tempi delle classifiche pubblicate online sono corretti e riscontrati con diversi GPS), qualche eccesso di protagonismo di personaggi del direttivo Corrilabruzzo e il rinnovarsi del fenomeno dei furti nelle auto.

Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto comincia a farsi strada il sospetto che qualcuno abbia preso di mira questi eventi approfittando del fatto che in queste occasioni trova una zona piena di gente con l'attenzione per una o due ore puntata sull'evento. Occorrerà fare attenzione in futuro, dovunque, portarsi dietro meno cose di valore, e dove possibile mandare qualcuno a passeggiare nei parcheggi almeno come deterrente.

I problemi tecnici hanno avuto origine a Scafa dove un runner dopo l'arrivo, attraversando uno spazio che avevamo transennato, è inciampato nel cavo di comando del cronometro, spezzandone tutti i fili. In quella occasione abbiamo continuato prendendo i tempi carta-e-penna, fortunatamente pochi. Per tutelarci da incidenti simili in futuro, ho modificato il mio software delle classifiche per poter acquisire i tempi direttamente sul traguardo, inserendo i numeri di pettorale. Il sistema si attiva automaticamente se il cronometro smette di inviare i tempi.

A Tocco mi hanno staccato la corrente per alcuni secondi in un momento morto tra la partenza e l'arrivo del primo, il cronometro e il mio portatile hanno le batterie per cui non ne hanno risentito ma è caduta la connessione wifi e il cronometro ha smesso di inviare i tempi pur continuando a registrarli. In quel momento non eravamo lì e non ce ne siamo nemmeno accorti, ma ce lo hanno detto a fine serata.

Grazie alla mia "brillante idea" sul pc vedevo lo stesso i tempi ma non mi sono reso conto che erano quelli dei miei inserimenti anzichè quelli del cronometro. Per la prima trentina erano praticamente uguali poi sono scivolato indietro di cinque o sei minuti aiutato anche da un atleta che vedendo il suo piazzamento sul monitor si è accorto solo in quel momento che la sua categoria era sbagliata e per rimetterlo al suo posto mi ci è voluto un po.

In molti sono venuti a lamentarsi perchè la classifica che ho fatto esporre aveva dei tempi da cinque a sette minuti più alti, e al momento non ne capivo il motivo, anche perchè i primi erano giusti. Mi hanno fischiato a lungo le orecchie anche se ero sicuro che il problema fosse stupido, poi ho capito. I riscontri con i tempi che mi sono fatto lasciare da un po di amici collimano perfettamente con i dati esportati dal cronometro, quindi sono tranquillo nel dire che è tutto OK.
 

I tempi nelle classfiche esposte in realtà misuravano il "ritardo" con cui erano stati inseriti in classifica gli atleti rispetto al loro arrivo, in media sei minuti, di solito sto intorno ai tre o quattro a metà classifica, ma ieri ero un po in difficoltà, con gli ultimi che tornano ad essere in tempo reale. Rispetto ai chip me la cavo, pur costando tra un quinto e un decimo. Con i tagliandini in caso di dubbio si può verificare, e qualcuno viene sempre con i chip no, se salta la lettura sei fuori e basta (se nessuno prende i numeri all'arrivo).

Invece, ho letto venerdì un articolo abbastanza delirante che diceva che qualcuno aveva deciso di cambiare le regole dei sorteggi, in un modo incomprensibile e soprattuto assurdo. Abbiamo un regolamento scritto e firmato davanti a tutti, che tra le tante cose specifica anche, all'articolo 9, in che modo vanno attribuiti quei premi e fatti i sorteggi.

Quando fu proposto feci presente che era un sistema che creava molte (troppe) complicazioni, ma fu voluto e approvato. Durante l'inverno mi sono preoccupato di adattare il mio software di gestione delle classifiche per generare anche i sorteggi dato che vanno esclusi i premiati, e sarebbe molto complicato estrarre un numero (se ti sei preparato dei tagliandini), vedere di chi è, e verificare se ha diritto al premio o no. Le informazioni al momento della chiusura delle classifiche ci sono tutte e il sorteggio viene fatto assegnando alla partenza un numero casuale da 1 a 50mila, il più alto viene prima. Per quanto mi riguarda il sistema ha funzionato sempre egregiamente.

Nessuno aveva nulla da eccepire, ma i soliti invidiosi all'interno del comitato, fare nomi non serve, hanno cominciato a spargere la voce che i sorteggi erano truccati. Senza sapere che in realtà lo erano davvero, ma nel senso che venivano esclusi automaticamente i pettorali assegnati ai giudici, proprio per non dare spazio alle malelingue. Alzi la mano chi ha mai visto me, Pietro Barbierato o Mago Lele ritirare un premio o anche essere presenti sulla lista. Sul sito ci sono da sempre tutte le estrazioni, compresi gli esclusi, da Rosciano fino a quando mi sono stufato di pubblicarle (ma le ho comunque tutte).

A un certo punto ho proposto di ritirare il mio metodo di sorteggio, ma gli organizzatori, che normalmente sono persone intelligenti si sono opposti. Loro hanno fiducia e il sistema gli risolveva molti problemi. Ma le accuse, a senso unico e di sole due o tre persone, non si sono fermate, nemmeno quando la sorte li ha fatti apparire nei primi posti. In silenzio, ho lavorato per rendere definitivamente il metodo a prova di maldicenza, tanto che ora l'estrazione può essere fatta anche da un bambino, che estrae il "pettorale virtuale" premendo il pulsante di un joystick (vedasi video in fondo) mentre scorrono i numeri sullo schermo. Nessuna persona sana di mente potrebbe pensare ad un imbroglio, anche ammesso che potesse pensarlo prima.

A Tocco avevamo deciso di inaugurarlo, ma qualcuno non ha voluto, pretendendo una  estrazione anticipata e valida anche per la gara successiva. Ma che senso ha? Anzitutto gli estratti devono essere non premiati e presenti al momento dell'estrazione, che ne sai prima della gara?

Cosa significa dire a dieci o quindici persone che li premierai alla prossima gara (e come fate a sapere che non saranno premiate in quella sede?). Poi, se non vengono, quei premi a chi vanno? Perchè devono venire per forza, per un barattolo di marmellata?

Noi promuoviamo le gare per la loro qualità, mica ci trasciniamo la gente a forza. Ma cosa sono queste scienziaterie? Il motivo lo posso capire, ed è un misto di disonestà morale e riconosciuta incapacità, e dai commenti che ho ascoltato ieri sera a Tocco in molti lo hanno capito.

A che serve firmare solennemente dei regolamenti se poi si vogliono fare i propri comodi? Questo era il male che minava il vecchio Corrilabruzzo, che lo scorso anno ha colpito anche la UISP tanto che molte società si sono dissociate passando a CSEN, e vuole tornare al timone con la prepotenza di sempre. Sogna di infettare anche CSEN, ma ho idea che avrà qualche difficoltà, almeno finchè ci sarò io tra i piedi. Però, mai dire mai...

 

3° Notturna Toccolana

Il prossimo 21 luglio Tocco da Casauria ospiterà la 3° Notturna Toccolana, gara podistica competitiva di km. 9,4.

Per le vie cittadine si daranno battaglia gli atleti provenienti da ogni parte della ns.Regione e non.
Ci sarà anche una corsa non competitiva di km.3, per il solo piacere di stare insieme e vivere lo sport come sano e puro divertimento. I bambini, invece, faranno dei percorsi ridotti di mt. 200, 500, 900, 1800.

La manifestazione è organizzata dal locale gruppo sportivo ASD Tocco Runners, guidato dal presidente Fernando Lattanzio. Quest'anno ci saranno atleti agguerriti che vorranno battere il primato di 30'38'' stabilito nella passata edizione da Fiorenzo Mariani, vincitore solitario della 2° Notturna. Sarà presente anche una nutrita rappresentanza femminile, la scorsa edizione fu vinta meritatamente dalla bravissima Simona Di Donato.

Sono invitate tutte le società sportive di qualsiasi ente, al termine ci sarà un ricco ristoro con "cocomerata" finale e saranno estratti 10 premi per gli iscritti al circuito del" Corrilabruzzo Saucony" che non rientrano nelle premiazioni di categoria e un'estrazione di un buono viaggio di € 200,00.
A chi andrà l'ambito trofeo "CENTERBA TORO?

Da Bucchianico al Block Haus

7 podisti, 5 ciclisti, un’unica idea: quella di portare il simbolo di San Camillo De Lellis fin sul tetto della Majella, fino alla Madonnina che guarda tutte le valli del circondario e che protegge tutti quelli che si avventurano per i sentieri della nostra montagna.

Dopo il raccoglimento davanti alle spoglie di San Camillo, nell’omonima chiesa di Bucchianico ed il "buon viaggio" di don Mario, giunge finalmente l’ora della partenza.

Ore 06.15 è la volta dei runners. Nel borgo cittadino, deserto e silenzioso, il solo incedere dei runners risuona svegliando pian piano la cittadinanza, incuriosita ed attratta dalla strana visione di volti nuovi che corrono felici tra le strette vie del paese.

Si scende, il percorso facilita il risveglio dei muscoli,  ma tutti sono ben consci di quello che stanno per affrontare, quindi nessuna illusione ha forviato il loro pensiero.

Bucchianico, Casalincontrada attraverso i calanchi, Serramonacesca e Passolanciano, sono state queste le tappe intermedie del nostro viaggio che ci hanno condotto, dopo 5 ore e 34 km, ai piedi della Madonnina del Blockhaus.

Un viaggio tra le origini dei nostri paesi, lungo i tratturi ed i sentieri dei nostri avi, nei luoghi appartenenti  alla storia del nostro territorio, un viaggio nella memoria e nel nostro animo, tra il silenzio delle aride valli e dei verdi boschi d’altura ed il fragore delle nostre voci che, seppur affaticate, mai hanno cessato di animare la volontà di portare oltre i 2000mt il simbolo del nostro pellegrinaggio, quella croce rossa su sfondo bianco tanto cara a San Camillo ed a tutti i suoi devoti.  La fatica è stata molta, così come le motivazioni condivise tra runners e bikers, in un sodalizio sportivo concluso nel convivio che ha seguito l’esperienza spiritual-sportiva.

La salita è dura, ma la vista ripaga

Si è corso domenica a Rizzacorno, frazione di Lanciano, per la ormai classica manifestazione "Memorial Stefania Caporale". Oltre 200 gli arrivati adulti, nonostante la quasi concomitanza della partita della Nazionale di calcio, che molti hanno seguito tra birra e arrosticini subito dopo le premiazioni. Veramente c'era anche un'altra gara di disturbo il giorno prima a Francavilla, ma non ha inciso gran che.

Un conoscente salito recentemente ai vertici regionali Fidal, ci definisce "fabbricanti di gare", almeno noi le fabbrichiamo bene, secondo le parole di Angela Marcovecchio della Atletica Agnone: "Abbiamo chiesto infine ad Angela di commentare la competizione: “.La gara è stata molto dura sia per il percorso, in parte accidentato con una forte discesa ed altrettanta salita, sia per il gran caldo. L'organizzazione è stata impeccabile, con vari punti di ristoro, spugnaggio e docce lungo il percorso ed un ristoro finale ben assortito e ben organizzato”. L'articolo originale da cui viene questa frase, è qui .

Tutto bene? beh no, qualche neo c'è stato. Qualche anima buona ha pensato di rubare in alcune auto, a mio avviso, ma non solo mio, in modo mirato cioè scegliendo con cura le vittime, sembra quasi su commissione. Io avevo l'auto aperta, con le chiavi inserite e telefono e portafogli sul sedile (per la fretta di mille cose da fare più che per la fiducia), e mi è andata bene evidentemente non ero nella lista di quelli da colpire o più probabilmente mi ha salvato il fatto che fosse vicino alla zona di arrivo.

Sportivamente parlando, bella vittoria di Giovanni Viti (Podistica Vasto) dopo una gara molto combattuta con i fratelli Camillo e Carmine Campitelli e Domenico Caporale, mentre tra le donne ha vinto con relativa tranquillità Elide Del Sindaco su Lorella Bassani e Stefania Capodicasa. Le foto abbondano, per ora ci sono tre album nelle gallerie, qui sotto invece il video di Massimiliano Tieri (Il Crampo).

La gara è stata comunque ospitale e ricca di premi. Oltre ai premi assoluti e di categoria, e gli abituali premi a sorteggio, Massimo D'Alessandro (Runners Chieti) ha vinto un buono vacanze di Giramondo, sei atleti di lanciano e dintorni hanno vinto dei buoni-palestra gentilmente offerti dagli amici di CSKS, e altri sei "locali" dei buoni per dei massaggi. Ce n'era per tutti, ma al di là dei premi c'è stato il massimo impegno per fare le cose bene. Poi dicono che i circuiti non servono. Se dovevano servire a fare bene i propri affari probabilmente è vero ed è giusto così.

Qui le classifiche in pdf .

Domenica prossima si corre a Rizzacorno

Sabato e domenica si è corso alla grande, prima a Ortona, poi a Chieti, e domenica a Badia di Frisa e al trail di Forca di Presta. Nelle nostre gare, nessuno ha sofferto la sete, nonostante il gran caldo. Tanto a Ortona, quanto a Frisa, c'era praticamente un ristoro al km, nonostante qualcuno affermi che i circuiti non servono a niente. Secondo il solito uccellino beninformato In altri posti non è stato così. C'era di sicuro uno spirito diverso, un po più "commerciale".
Le classifiche sono online da domenica, qui il video di Frisa di Roberto di Giovanni, nelle gallerie, accessibili dalla colonna qui a sinistra ci sono diversi servizi fotografici.

Domenica si corre a Rizzacorno, anche lì, su un anello di 3 km circa sono previsti tre ristori, di nuovo uno al km. Dato che si prevede una giornata calda le partenze saranno posticipate alle 18 per i ragazzi e alle 19 per gli adulti. Un altro uccellino di passaggio mi ha detto che per chi vorrà restare a vedere la partita si sta cercando di allestire un maxischermo all'aperto, con birra e arrosticini, questi ultimi probabilmente a pagamento ma a prezzi ragionevoli, diciamo per passare una serata tra amici.

Aggiornamento:La ASD CSKS di Lanciano ha gentilmente messo in palio per i primi 3 atleti "locali" M/F, dei buoni per degli ingressi in palestra, sauna, o trattamenti estetici. Questi premi non saranno cedibili (chi lo vince ne usufruisce solo di persona) né cumulabili, per cui i vincitori saranno eventualmente esclusi dalle categorie, con la possibilità però di scegliere tra questi premi e quelli assoluti o di categoria. Ci si complicano un po classifiche e premiazioni, ma ne vale la pena. Considererò "locali" i lancianesi o residenti in paesi vicini nell'arco di una decina di Km, fermo restando che chi viene da più lontano e mi comunica di voler concorrere a questi premi me lo può chiedere.

Sono online i primi iscritti, il link è sotto l'immagine del il volantino.

Ci aspetta un altro fine settimana impegnativo

Dopo l'ubriacatura sportiva collettiva da IronMan 70.3 torna una un fine settimana denso di impegni. Nel week-end abbiamo 5 gare di vario genere, anche se c'è chi si era impegnato per toglierne di mezzo almeno una (quella di Ortona).

Sabato si può scegliere tra ben tre gare, il Trofeo San Antonio a Villa Grande di Ortona, una gara podistica all'esordio organizzata dai Play Run, di km 8.8 con partenza alle ore 18:00, preceduta dalle gare dei bambini alle ore 17:00. La quota d'iscrizione è di euro 5,00 per gli adulti (euro 7,00 il giorno della gara) e di euro 3,00 per i bimbi (euro 5,00 il giorno della gara). La gara è valida 5 punti per il Trofeo Saucony , le preiscrizioni si chiudono venerdi 15.

Sempre sabato c'è la Notturna di Chieti, con la classica gara di km 12, e una non competitiva di km 4 che partono alle ore 20:30 da Piazza S. Giustino. Le gare per i bambini inizieranno alle ore 18:45. La quota d'iscrizione è di euro 7,00 (euro 10,00 il giorno della gara), mentre per i bambini e la non competitiva è di euro 2,00. A me personalmente sembra un po cara, ma evidentemente le grandi classiche hanno sempre il loro fascino ed i loro costi, ed io di queste cose non ne capisco tanto. Iscrizioni anche qui entro venerdi 15.

La terza gara è riservata ai bambini ed è la 3° Minimarcia di Paperino, organizzata a Lanciano da Giacinto Verna, in zona Olmo Di Riccio.  Partenze dalle 18:00, iscrizioni prevalentemente sul posto. Il costo è di 1 euro.

Domenica 17 Giugno ci sarà la Maratonina di Badia di Frisa, gara del circuito Corrilabruzzo Saucony, 8 km con partenza alle ore 18:00 da Piazza Allegrino. Ci saranno le gare per i bambini con inizio dalle ore 17:30. La quota d'iscrizione è di euro 5,00 (euro 7,00 il giorno della gara), le preiscrizioni si chiudono sabato 16.

Sempre domenica 17, c'è un trail di km 19,700 che si svolgerà a  Forca di Presta (AP) sui Monti Sibillini. In abbinamento ci sono due marce ecologiche non competitive di Km 14,900 e Km 5,100. La partenza prevista per la gara competitiva è alle ore 9:00, mentre per le marce alle 9:30. La quota d'iscrizione è di euro 5,00. Le iscrizioni per questa gara si chiudono Giovedì.

I volantini di queste gare sono disponibili nella sezione Volantini  del sito.

Fiaccolata della Pace 2012

Secondo una tradizione che ormai va avanti da più di 10 anni, si è svolta pochi giorni fa la 11ma Fiaccolata della Pace. L'arrivo è sempre alla chiesa di Giuliano Teatino, la partenza cambia ogni anno, partendo da un santuario diverso. Negli scorsi anni si partì da San Giovanni Rotondo, dalla Basilica di San Pietro a Roma, da San Gabriele.

Quest'anno l'omaggio è stato fatto a Sant'Antonio da Padova, partendo dalla sua basilica alle 18 del primo giugno, per arrivare due giorni dopo a Giuliano Teatino. Il percorso era di 480 Km, a staffetta, con frazioni di 10Km, attraversando anche le zone del terremoto in Emilia. 

Queste le parole di Giuseppina Spinelli, che con il papà Alceo, il parroco Padre Giorgio, e la collaborazione quest'anno dei Runners Pescara hanno organizzato l'evento:"Le difficoltà sono state tante, ma hanno reso ancora più emozionante la nostra avventura! Tre giorni intensi, passati tra cose semplici, dormire quasi nulla, per poi ritrovarsi a ridere come i matti, a cantare una canzone tutti insieme per stemperare la tensione! Dalla prima edizione nel 2000, questa manifestazione ha visto nascere grandi amicizie tra noi tedofori, e siamo orgogliosi ogni anno di condividere questa esperienza. Ecco, la nostra speranza è quella di portare un messaggio di pace e fratellanza. Ma quella vera, quella che conosce momenti difficili e fa di tutto per superarli. Vogliamo ringraziare tutti, in particolare chi ha impegnato tanto del suo tempo per l’organizzazione, tra cui il nostro gialloblù Alfonso Bucci, Padre Giorgio che ci ha accolti a Padova, la Polizia di Stato che ha seguito ogni nostro passo, i Vigili de Fuoco, gli amici dei Runners Pescara che sono venuti a fare il tifo, Cinzia Di Meo e Davide Papa, e quelli che hanno voluto fare un po’ di strada con noi Carmen Iodice, Maria Concetta Masciarelli e Vittorio Tritto, e tutti quelli che ci sono stati vicino anche solo con il pensiero!!!"

Atletica

Nessun evento

Cerca

Danza

Danza
Sab 14 Dic @ 17:30
 Danza Sotto le Stelle


 Scarica il volantino in PDF

Per informazioni ed iscrizioni:
Tel: 3286025586

CSEN

Sport CSEN

Nessun evento

Ultimi Eventi

Altre Gare
Dom 18 Ago @ 16:00
 8Km - Scarpinata Farese


 Scarica la classifica in PDF
Gare di interesse Nazionale
Dom 22 Set @ 08:00
 21,097Km - Mezza maratona dei tre comuni


 Vedi Percorso

 Scarica l'elenco degli iscritti in PDF
Gare di interesse Nazionale
Dom 13 Ott @ 08:00
 10Km - Stralanciano 2019


 Scarica la classifica in PDF

Le Escursioni di Marcello

Abbiamo tra noi un appassionato di montagna e di fotografia, Marcello Olivieri, sottovalutato dai media locali ma premiato più volte per le sue immagini. Riproponiamo qui le escursioni da lui consigliate.


Roccaraso


Roccaraso, 10 giorni dopo


Neve a Roccaraso


Maiella Orientale Da Palombaro al Rifugio Martellese


Mainarde, Capanna di Charles Moulin


Escursione sul Monte Camicia 2564 s.l.m.


Escursione sul Gran Sasso 2010


Escursione sul Monte Porrara 2136 s.l.m.


Roccaraso sotto la neve


Escursione da Roccaraso a M. Meta 2241 s.l.m

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Foto Recenti

Ultimi arrivi nelle gallerie fotografiche

1° Frentania Trail


1° Frentania Trail


Podistica Città di Atessa 2014


Mezza maratona Dei Tre Comuni (o di Pratola Peligna) 2014


Triathlon Fossacesia 2014


Trofeo Cascate del Verde 2014 a Borrello - Il BackStage


Tra Villa e Valli (Villa Romagnoli) 2013


Correre LiberaMente 2013


Maratonina dei Magi 2013


Capodanno Frentano 2013

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Le foto del Triathlon

 

Memorial Renato D'Amario 2012 - Spoltore


IronMan 70.3 Italy 2012


Ironman 70.3 Italy 2012


Triathlon Olimpico di Numana 2012


Triathlon Olimpico del Lago di Vico

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Ultimi Video

 

Mezza Maratona dei Tre Comuni 2012 - Onda TV


Auguri Coach Antonino


Iron Man 2012 - The full Circle


Iron Man 2012 - The full Circle


Intervista a Marco Olmo

Clicca sull'immagine per vedere il video.

Disclaimer

Questo sito non rappresenta in alcun modo una testata giornalistica, ne è aggiornato con periodicità o sistematicità. Non è pertanto da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Le immagini pubblicate sono usualmente scattate dal webmaster o fornite da amici e collaboratori. Qualora il loro utilizzo violasse diritti di copyright, ce lo si comunichi e provvederemo all'immediata rimozione.
Il webmaster e il titolare del dominio non sono responsabili dei commenti inseriti dai lettori, in quanto totalmente indipendenti e autonomi rispetto ai contenuti inseriti dagli autori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, non sono da attribuirsi ai gestori, nemmeno se espressi in forma anonima o criptata, e a richiesta o per giudizio dei gestori saranno rimossi.
Licenza Creative Commons
Questo sito opera con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
privacy policy
cookie policy