CSEN Abruzzo

Premiazioni Circuito Corrilabruzzo 2010

 Va in archivio definitivamente il Corrilabruzzo 2010, salutando i nuovi campioni, Franco Paolino e Daniela Tiozzo nella classifica generale e Cesare Mariani e Elisa Gabrielli in quella competitiva.

Le premiazioni tenutesi in un ristorante affollatissimo, molto oltre le attese (e purtroppo anche della capienza), hanno visto vincere chi per tutto l'anno spesso resta nelle retrovie. Ogni tanto ci vuole. In 132 si sono aggiudicati il primo premio nella classifica generale e lo avrebbero meritato anche un altro paio se ci avessero chiesto la correzione del loro punteggio, per entrambi indiscutibile, in tempo utile.

Le prime trenta società sono state premiate, con in testa alla classifica Fart Sport, davanti alla Podistica dell'Adriatico, Runners Chieti, Bersaglieri e La Sorgente, marcate stretto da Tocco e Lido delle Rose, poi Runners Fontegrande, UISP Abruzzo e Fidas. Premiate anche Le prime tre società per punteggio femminile Runners Chieti, Podistica dell'Adriatico e Bersaglieri, le prime tre per punteggio ragazzi Atletica Rapino, La Sorgente e Fart Sport. Premi speciali a Marcello Olivieri e Marcello Casasanta per le foto, insieme ad Antonino Appugliese, Franca Costantini, Cecilia Di Benedetto, e Guerino Paolini per gli articoli su questo sito.

I vincitori nei titoli delle categorie sono stati Antonella Roio, Claudia D'Ortona, Alessandra D'Ulisse Veronica Lallo, Valentina Pavone, Cecilia Di Benedetto, Elisa Gabrielli, Lorella Buzzelli, Lorella Bassani, Annalea Bianchi, Letizia Controguerra, Franca Costantini, Luca Paolini, Mattia D'Orazio, Evandro Maddes, Antonio D'Ortona, Vincenzo Damiano, Gianrocco Reale, Antonio Bucci, Alessandro Verna, Gabriele De Cerchio, Giancarlo Placido, Cesare Mariani, Nino Pellicciotta, Gennaro Di Vincenzo, Gabriele D'Alanno e Domenico Memoria.

 Il prossimo anno ce ne sarà uno in più, perchè verrà riconosciuta anche la categoria F65. Non sarà l'unica novità, ce ne saranno diverse e ne renderemo conto un po per volta. Abbiamo lavorato molto, dei risultati già si sono visti, altri si vedranno, ma senza fretta, la strada è ancora lunga. Intanto quest'anno abbiamo pubblicato l'elenco dei premiati, con i premi consegnati. Non è stato un gesto di vanità, per mostrare quanto siamo bravi, tanto chi ci conosce sa bene come premiamo, ma una conseguenza della "operazione trasparenza" avviata nei mesi scorsi e definitivamente approvata nell'ultima riunione del comitato del circuito. 

 Appena disponibile pubblicheremo anche il rendiconto economico della stagione appena finita. Sarà interessante vedere se ci sarà altrettanta "trasparenza" anche da altri, a partire da chi in passato ci criticava per questo. 

Un'altra novità (i 270 presenti al pranzo già lo sanno) é che, dopo tante discussioni, incomprensioni, e ampio uso di due pesi e due misure, dal prossimo anno le gare che aderiscono a circuiti "riservati agli iscritti di un singolo ente", non saranno più accettate nel nostro. Chi vuole stare da solo forse è giusto che vada da solo.

Per chi corre non c'è nessuna limitazione, e a dire il vero neppure per chi organizza. Nel senso che i nostri iscritti possono correre dove più gli piace, e chi organizza può farlo come crede, rispettando le regole comuni tra enti e federazioni, e se è intelligente anche gli spazi e le date degli altri. Non saremo noi a dire dove si può correre e dove no, e senza chiedere l'intervento dei sindaci per fermare le gare come accaduto da noi a Bugnara o in Molise lo scorso anno.

Verificati i regolamenti, i circuiti "Vodafone" e "Piceni e Pretuzi" sono compatibili con la nostra visione e il nostro spirito, e condivideremo volentieri le gare e gli spazi con loro, "Coppa Abruzzo" e "CorriAdriatico" no. Lo stesso varrà per il nostro comitato organizzatore, chi lavora per gli altri non lo farà per noi, basta con i piedi in tutte le scarpe, anche questa è una scelta di trasparenza e di coerenza.

All'interno, (link "leggi tutto") altre foto. Qui ci sono le foto  di Marcello Casasanta (gli originali sono scaricabili da qui  ). Queste invece sono le foto  di Marcello Olivieri (questi originali sono scaricabili da qui  ).

Leggi tutto...

Corsa del Panettone 2010 - Il Video

E' finalmente online il video della Corsa del Panettone girato in questa occasione da Fiorenzo Di Ciano (Atl. Rapino).


Le foto di Marcello Casasanta (ho perso il conto ma sono oltre 8 Gigabyte), sono scaricabili in originale da questo link  .

Nelle gallerie ora ci sono le foto della staffetta  , i bambini  , la 8km  , le premiazioni  , il pre e post gara  .


 

Leggi tutto...

Castelnuovo Vomano 2010

 Ogni anno podistico che passa ha un suo inizio e una fine, e per noi appassionati  della corsa l'ultima gara importante è il nostro San Silvestro. A Castelnuovo Vomano. Proprio per questo abbiamo voluto esserci tutti, per entrare in quella  piacevole tensione, che  coinvolge sempre in un pathos agonistico, dispensatore di adrenalina ed emozione. E questo accade  anche dopo tante gare, dopo tanti anni, anzi, è come una malattia, diventa incurabile con il tempo.

 Al primo sguardo si è offerta a tutti noi una piazza stracolma di atleti incalliti, chiusi nei loro giubbotti e berrettini di lana, con le braccia aggrovigliate al torace per ripararsi dal freddo deciso.

La gara era valida per il Corrilabruzzo, il Criterium Piceni e Pretuzi Running e la Coppa Abruzzo e ha contato circa 500 arrivati compresi i ragazzi, e proprio i bambini e i ragazzi hanno aperto la manifestazione correndo sulle varie distanze brevi, mentre alle 9:45, puntualissimi, guidati dal tempestivo microfono di Paoletti, siamo partiti per percorrere i circa 11 Km ottenuti su 4 giri non totalmente piatti, anzi, con salitelle insidiose in alcuni brevi tratti.

 Come sempre, assieme alla partecipazione maschile, si è riscontrata la presenza di un gran numero di donne, combattive e pronte a ben figurare. Il dopo gara ci ha visto tutti davanti ad un luculliano ristoro, una pasticceria a cielo aperto, assortita anche di salato e di un incredibile numero di dolci.

Il vincitore è stato Fabiano Carozza (Atl. Vomano) in 34'18" davanti ad Alberto Di Basilio (Amatori Teramo), su quest'ultimo vanno spese due parole in più, trattandosi di un ottimo ingegnere meccanico che lavora e, parimenti, riesce ad ottenere risultati di alto livello tecnico.

Sul podio anche Daniele D'Onofrio (Atl. Gran Sasso), Marek Dryja (Il Quercione), Patrizio Alesiani (ASA Ascoli),  poi Lorenzo Vicerè (Atl. Gran Sasso, 1° M16), Marco Salvi (Atl. Gran Sasso, 2° M16), Domenico Barbierato (La Sorgente, 1° M23), Antonio Bucci (Atl. 2000, 1° M30), Walter Pinardi (GS Marsica, 1° M40), Alessio D'Adamo (SEF Stamura, 2° M23),  Domenico Del Signore (Runner Sulmona, 3° M23), Alessandro Barile (GS Marsica, 1° M45), Salah Uddin (USACLI Avezzano, 3° M16), Giovanni Viti (Pod. Vasto, 2° M40).

Tra le donne l'ha spuntata Simona Ruggeri (ASA Ascoli) in 41'32" su Rita Mascitti (AVIS S.Benedetto), reduce dalla Maratona di New York, poi Francesca D'Angelo (Mezzofondo Ascoli), Cecilia Di Benedetto (FIDAS Pescara) e Elisa Gabrielli (Val Tavo). A seguire Orietta Gorra (Amatori Teramo, 1* F50), Alessandra Carlini (ASA Ascoli, 1° F23), Marina Valeria Coccia (ASA Ascoli, 1° F35), Maria Luisa Rulli (Runners Chieti, 1° F45), Maria Rita Falgiani (AVIS S. Benedetto, 2° F45), Chiara Capodicasa (Tocco Runners, 1° F16), Antonietta Merlini (AVIS S. Benedetto, 3° F45), Franca Costantini (Amatori Teramo, 1° F60), Lorella Buzzelli (FIDAS, 1° F40), Maria Brindisi (Pod. San Salvo, 1° F55).

La premiazione, con l'attribuzione delle maglie di campione regionale, ha chiuso la manifestazione con quel velo di tristezza che si diffonde sempre nell'aria quando la festa finisce.
Arrivederci amici, al prossimo anno!!.

Scarica la classifica in  pdf . All'interno, (link "leggi tutto") altre foto e il rilevamento GPS del percorso.

Leggi tutto...

Controguerra 2010 - C'eravamo anche noi

 Controguerra, 14 novembre 2010, 14° edizione, quasi una rima, della competizione piu’ bella e forse meglio organizzata nella nostra regione.

Si è vista tantissima professionalità e qualche novità come il 1° raduno dei camperisti runners ossia “camper in corsa”!  Sono arrivati in tantissimi ad ammirare una zona veramente molto bella.

La gara, internazionale, era valevole per il Corrilabruzzo e per il calendario Piceni & Petruzi e i tempi sono stati rilevati, come dovrebbe essere normalmente, dai microchip, grazie alla collaborazione della TDS. Riguardo il percorso, tutti lo hanno trovato bellissimo e molto allenante e in effetti percorrere tutti quei saliscendi, e’ stato proprio un piacere.

Ricchissimo ristoro completo di castagne e vino novello, aree ben transennate, addetti che davano indicazioni per il parcheggio e la presenza di campioni e campionesse, hanno fatto da cornice ad una splendida giornata soleggiata, con temperatura gradevole per spettatori e podisti.

Da sottolineare anche la presenza di diversi podisti e podiste reduci dalla maratona di New York. Ai numeri dei pettorali, e’ stata legata anche una lotteria gratuita e durante le premiazioni, ci sono state le estrazioni di premi in natura.

Io, invece, Marcello Olivieri, ho visto una gara diversa, che mi ha fatto pensare ad un gigante con i piedi d'argilla, prontissimo a prendere ma restio a dare, molto fumo poco arrosto.

Nelle gare del Corrilabruzzo 2010 nessuno aveva maltrattato noi nonni o bisnonni M75 e oltre, premiando, e di malavoglia, solo i primi tre. Alle nostre proteste hanno risposto che non eravamo previsti. Forse ci facevano già all'altro mondo. Per grazia di Dio ci siamo ancora vivi e vegeti, chissà se quando gli organizzatori avranno la nostra età vedranno il mondo in un modo diverso.

Senza considerare il fatto che i bambini sono stati fatti partire tutti insieme in un unica partenza, accatastandosi alla prima curva come in una partenza di formula 1 di una volta. Poi il regolamento del circuito prevedeva un tetto massimo di 5 euro per le iscrizioni, perchè non è stato rispettato?  Un euro non è una gran cifra, ma su 1150 persone comincia a fare una discereta sommetta, tenuto conto che le premiazioni per gli assoluti sono sembrate ricche ma per gli amatori molto meno.

Scarica la classifica in  pdf . All'interno altre foto e il rilevamento GPS del percorso.

Leggi tutto...

Controguerra 2010

 Domenica, 14 Novembre, non c'era "la nebbia agli irti colli", ma solo i colli, illuminati da un sole radioso: un regalo di madre natura a tutti i podisti della manifestazione più partecipata d'Abruzzo. L'imponenza organizzativa si percepiva già all'ingresso del paese: c'erano pullman extraregionali, camper, e tante, tante macchine che fanno scena in una cittadina di modeste proporzioni come Controguerra.

Si percepiva anche nell'affollatissimo bar dove entrare per un caffè diventava un'impresa e, sopratutto, dal numero incredibile di partecipanti provenienti da  Marche e Abruzzo . La gara era valida per il Criterium Piceni e Pretuzi Running e per il Corrilabruzzo.Oltre 2200 i partecipanti tra la competitiva (1200) , non competitiva e ragazzi. Ottima l'organizzazione della partenza, si attendeva il via stipati dentro  un rettangolo transennato, senza assistere al deprimente spettacolo che vede spesso i giudici rigettare dietro lo striscione la massa dei podisti indisciplinati.

 Forse, quando le manifestazioni diventano importanti, noi podisti acquisiamo  maggiore coscienza sportiva; infatti pur trovandomi tra i primi, non ho ricevuto spinte e sono partita senza il patema d'animo  che tanto mi ha attanagliato in altre occasioni. Il dopo è facile immaginarlo: una lunga discesa  in un museo a cielo aperto dove le tele erano i vigneti  e i cromatismi sfumati sul rosso, alla Renoir, erano  pennellate stese dal sole. La fatica terminava nella parte più impegnativa della gara, in salita, dove ognuno di noi  faceva il resoconto della sua prestazione  e chi si cimentava per la prima volta poteva dire di avercela fatta.

Anche stavolta portare tanta gente sulle strade dei vini è stata una scommessa vinta da Raffaele Traini, coadiuvato dal Sindaco Mauro Scarpantonio, due persone giovani, amanti del podismo, con tanta buona volontà e belle idee in testa. Alla fine un ricco ristoro, premi a sorteggio e un'ottima premiazione chiudevano la manifestazione. Controguerra salutava tutti noi, un pò affannata per lo stress subito, ma felice di aver offerto a tutti il meglio di se. Vinceva la manifestazione Issam Zaid in campo maschile e Meriyem Lamachy in quello femminile, oltre agli ottimi piazzamenti di Marcella Mancini e Marek Dryja, e Migidio Bourifa.

Scarica la classifica in  pdf . All'interno altre foto e il rilevamento GPS del percorso.

Leggi tutto...

Avezzano 2010

 Si annunciava cattivo tempo già da inizio settimana, ma  al sabato sera, gli iscritti superavano abbondantemente i 500 e con continue richieste di nuove iscrizioni.

Il tempo cattivo infatti, non ci ha scoraggiati e così alla fine circa 560 persone, il 31 ottobre, hanno dato il via alla terza edizione della Mezza Maratona Del Fucino. Il tempo cattivo non ha scoraggiato neanche i bambini, anche loro a dar vita alla grande festa dello sport

Ci aggiungiamo  che l’attrazione esercitata dalla classica distanza della mezza maratona, è stata insaporita dal cambio orario che ha evitato la “levataccia”, almeno per gli atleti giunti da lontano. l tutto si è svolto sotto il  profilo di una buona organizzazione anche se qualche lamentela per delle procedure un po bizantine c’è stata, ma queste le troviamo ovunque, e servono, se valide, a
migliorarsi sempre.

 Il vincitore è stato Antonello Petrei (Ecomaratona dei Marsi), primo in 1h09'33" davanti a Mohamed Lamiri (Ecomaratona dei Marsi) ed Alessandro Di Lello (Atl Gonnesa). Ai piedi del podio Carmine Buccilli (R.C. Sora)  e Marek Dryja (Il Quercione). A seguire Andrea Mastrodicasa (Atl. Aquacetosa, 1° M35), Antonio Luongo(Fartlek Ostia, 1° M40), Mirko Fantozzi (USACLI Avezzano, 1° M23), Antonio Bucci (Atl. 2000 Pescara, 1° M30), Stefano Chientini (ASD Poleis, 2° M35)

Tra le donne si impone Ewa Kepa (RCF Roma) in 1h24'22", su Virginia Petrei (Cus Tirreno) e Paola Salvatori (US Roma 83), quarta Rossella Di Dionisio (RCF Roma), quinta Antonietta D'Orsi (Atl. Cassino). Poi Iolanda Ferritti (N.A. Isernia,  1° F16), Paola Antonelli (OPOA, 1° F35), Elisa Gabrielli (Val Tavo, 2° F35), Valentina Stepan (Cat Sport, 3° F35), Giovanna Zappitelli (Pod. Luco, 1° F45), Paola Salvi (OPOA, 2° F45), Valentina Pavone (Pod. Adriatico, 2° F16), Valentina D'Adamo (Area Atl. Roma, 3° F16).

Tra i viali del lago scomparso, tantissimi podisti hanno potuto testare le proprie condizioni fisiche in vista delle prossime maratone, altri si sono cimentati nel battere il proprio personale. Le condizioni c’erano, per temperatura e tracciato, che si presta molto con i due lunghi rettilinei. Al 3 km è iniziato a piovere, e si
pensava al peggio, ma per fortuna si è risolto subito, scacciando l’incubo di un bel temporale.

Così ognuno di noi ha potuto continuare a correre per il proprio obiettivo e giunti al traguardo, un buon ristoro per ci ha fatto risollevare dalle fatiche. Ci vediamo al prossimo appuntamento, il 14 novembre a Controguerra.

Scarica la classifica in  pdf . All'interno altre foto e il rilevamento GPS del percorso.

Leggi tutto...

Home sweet home - Pescara 2010: Le altre gare

Nota di Federico Violante: L'articolo di Cecilia oltre ad essere molto bello era anche un po lungo, per cui ho deciso di dividerlo in due parti, aggiungendo delle mie annotazioni personali, facilmente riconoscibili perchè riguardano aspetti che Cecilia non poteva conoscere trovandosi in gara. Se poi non si notano vuol dire che sono stato bravo. L'intento comunque è di informare e non di manipolare.

 La giornata di domenica ha avuto al centro la gara della maratona, ma anche un ricco contorno con le altre gare collegate, tra cui la staffetta a cui hanno partecipato otto formazioni, e una nona di sole donne non è riuscita a prendere il via per il forfait di una concorrente, e la mezza maratona che ha contato oltre 600 atleti al traguardo.

Non meno importanti dal nostro punto di vista le gare dei ragazzi, un po sacrificate dai tempi imposti per le partenze e dall'avere il percorso invaso dal raduno delle fiat 500, e la non competitiva, in cui i partecipanti hanno gestito un percorso più o meno a piacere, per totale mancanza di indicazioni. Alcuni si sono divertiti, seguendo deliberatamente il percorso della maratona e fermandosi alla nave di Cascella più o meno al 12° Km, altri si sono divertiti un po meno partendo per una avventura in cui dopo pochi km si sono sentiti letteralmente abbandonati. 

Venendo ai numeri, registriamo che la manifestazione ha raccolto nel totale più di mille iscritti, poi concretizzatisi in poco più di 920 arrivati, ripartiti nei diversi eventi: maratona, mezza maratona, gare per i bambini, staffetta, e non competitiva.

 La Mezza Maratona è vinta da Amhed Jaddad della Atletica 2000 Pescara che ha fermato il cronometro a 1h09’57”, dietro a Gianluca Bonanni (Atletica Colleferro) secondo con il tempo di 1h11’13”, terzo Matteo Pio Notarangelo portacolori dell’Ateltica Vomano 1h12’37”. A seguire, gli altri premiati sono Mario Capuani (Amatori Teramo), Camillo Campitelli (Orecchiella Lucca), Domenico Barbierato (La Sorgente), Alessandro Barile (GS Marsica), Fabio Celani (Atl. Colleferro). Poi Tasi Ilir (Atl. Colleferro, 1° M35), Fabio Ricci (Esercito, 1° M40), Simone Mantolini (MGP Triathlom, 1° M23), Luca Crisanti (Bolsena Sport, 2° M35), Alessio Bisogno (Hadria, 2° M23), Walter Pinardi (GS Marsica, 2° M40), Fabrizio Chiominto (Free Runners, 3° M35), Antonello De Paolis (GS Marsica, 4° M35), Francesco De Blasio (Pod. NewCastle, 3° M40), Marco Incarnato (Filippide, 5° M35), Antonio Dandolo (Farnese, 1° M55) Daniele Cuzzupoli (Atl. Cologna Spiaggia, 3° M23), Giuseppe Paione (N.A. Lanciano, 1° M30).

Un atleta nei primi dieci ha annunciato di voler presentare un reclamo perchè uno degli arrivati davanti a lui aveva corso tutta la gara in scia ad un accompagnatore in bici. Probabilmente non sarà stato il solo perchè di biciclette sul percorso ce n'erano molte, qualcuna autorizzata, qualcuna no.  

Tra le donne si è imposta Enrica Michetti per l’Atl. Studentesca CA.RI.RI in 1h22’38”, seguita da Alessandra Scaccia dell’Atletica Colleferro seconda in 1h23’27” e da Elisa Gabrielli (Atletica Val Tavo) in 1h30’29”. Quarta posizione per Maria Brindisi (Pod. San Salvo) in 1h35’47” . Poi Lorella Buzzelli (FIDAS Pescara), recente campionessa regionale F40 di Mezza Maratona UISP a Pratola Peligna che bissa il quinto posto della settimana scorsa a Lanciano abbassando ancora il suo primato personale a 1h38'. Chiudono l’elenco delle premiate Alessandra Liberati (GS Marsica), Fiorenza Sperandii (Fart Sport) e Valeria Todi (Atl. Colleferro). Poi Lorella Bassani (Bersaglieri, 1° F45), Stefania Scimenes (Atl. San Severo, 1° F30), Federica Santavenere (Base Running TO, 1° F23), Santina Vanni (Pod. Adriatico, 1° F40), Rosalba Truocchio (OPOA, 2° F40), Paola Bellini (Atl. Abruzzo, 3° F40), Barbara Rizio (Tocco Runners, 1° F35), Marilena Aceto, (Runners Chieti, 4° F40), Sara Iannetti (Runners Chieti, 2° F30), Angela Di Domenico (Virtus CB, 2° F35), Daniela Tiozzo (Lido delle Rose, 2° F45), Lina D'Ulisse (Atl. Alto Sangro, 3° F45), Maria Concetta Masciarelli (Fart Sport, 3° F35).

La gara a staffetta ha visto prevalere la formazione di Fart Sport che ha preceduto tre staffette della Podistica dell'Adriatico, di cui la seconda si è ritrovata per errore due atleti nella stessa frazione che si sono accorti dell'errore solo al momento del cambio dove uno dei due ha dovuto proseguire, due miste e due della Nuova Atletica Montesilvano.

 Lo sport è tutto questo: passione, dedizione, gratificazione, ma ahimé è anche fatica, delusione. Il giovane Filippide ci insegna a non darsi mai per vinti: lo sforzo e l’impegno pagano, magari non oggi, non domani, ma prima o poi arriva il momento in cui si raccoglie ciò che si è seminato. Perché la vera impresa non sta nel vincere una gara o nel battere un record.

L’impresa sta nel non sentirsi arrivati perché per un obiettivo raggiunto ce n’è subito un altro da conquistare. L’impresa sta nel non mollare quando le gambe “non girano” o il respiro si affatica. L’impresa sta quando i tempi non “ci ridanno” ma si persevera nell’allenamento. L’impresa è ogni volta che ci sentiamo vivi, perché la corsa è un po’ una metafora della vita: ora si va forte, ora piano, ora si soffre ora si gioisce, ma la differenza la fa il non fermarsi, mai.

Scarica tutte le classifiche in pdf  , o il diploma di partecipazione  . All'interno il rilevamento GPS del percorso della nezza maratona. Qui ci sono tutte le foto  di Adamo Di Loreto  .

Leggi tutto...

Home sweet home - Pescara 2010: La maratona

Nota di Federico Violante: L'articolo di Cecilia oltre ad essere molto bello era anche un po lungo, per cui ho deciso di dividerlo in due parti, aggiungendo delle mie annotazioni personali, facilmente riconoscibili perchè riguardano aspetti che Cecilia non poteva conoscere trovandosi in gara. Se poi non si notano vuol dire che sono stato bravo. L'intento comunque è di informare e non di manipolare.

 A volte mi chiedo se Filippide, il soldato greco che nel 490 a.C. ricoprì di corsa il tragitto da Maratona ad Atene per annunciare la vittoria dei suoi connazionali sui persiani, avrebbe mai immaginato che migliaia di persone, secoli dopo, avrebbero emulato quello che all’epoca poté apparire un gesto sconsiderato.

Avrebbe mai pensato che la sua folle ed estenuante corsa sarebbe diventata la gara podistica più bella fra tutte? Perché, lasciatemelo dire, la Maratona , vuoi per le sue origini storiche, vuoi per il fascino che da sempre emana, porta con sé qualcosa di magico.

Attraverso di essa si riescono a raggiungere gli angoli più oscuri delle città, ad incrociare gli sguardi più increduli, fin anche ad incontrarsi con le culture più lontane. Il maratoneta sente in qualche modo di compiere qualcosa di epico, qualcosa in cui molti potrebbero riuscire ma non tutti hanno il coraggio di osare. In circa duecento hanno osato domenica mattina a Pescara. Tutte le previsioni climatiche dei giorni
precedenti hanno presto lasciato, senza indugi, il posto ad una giornata soleggiata e calda. Il colpo di pistola ci ha dato il via alle 9,20 circa, in una Pescara ancora un po’ sorniona, ma che presto si riempiva ai bordi delle strade per sostenere familiari, amici ma anche sconosciuti.

 Un percorso interamente pianeggiante, con due soli “strappetti” necessari per oltrepassare il fiume. Partenza da Piazza della Rinascita (per tutti Piazza Salotto) e via verso la rampa dell’asse attrezzato. La carovana percorre verso sud lunghi viali alberati per poi turnicare e invadere (pacificamente) la splendida riviera, di Francavilla prima e di Pescara poi, con il suggestivo passaggio sul Ponte del Mare. Al giro di boa a Montesilvano si fiancheggia per un breve tratto nuovamente il Mare Nostrum, per poi rientrare all’interno, fino a tornare al punto di partenza. Un giro per la Mezza, due giri per la Maratona e per la staffetta.

Michele Del Giudice, della Farnese Vini, si è laureato campione regionale FIDAL di Maratona, concludendo la sua gara con il tempo di 2h29’44” grazie anche ad una lepre d'eccezione come Antonello Petrei negli ultimi 21Km. Dietro di lui si piazza l’atleta della G.M.S. Subiaco Marco D’Innocenti in 2h35’12”. Al terzo posto con 2h41’49” arriva Marek Dryja (GP Il Quercione). Medaglia di legno per Antonio Bucci che difende i colori dell’Atletica 2000 Pescara quarto in 2h44’53”. Quindi a seguire Marciano Pilla (Atl. Venafro) , Angelo Calandra (Atl. Cassino), Marco Zulli, Daniele Sperindei (Banca Pesaro) e Salvatore Marchegiano (Runners Fontegrande). Undicesimo e primo della M45 Elio Ricci (Runners Cepagatti), poi Denis Lusi (OPOA, 1° M40), e il pescarese Franco Salvatore (Fit Program, 1° M35).

 In campo femminile vittoria per l’atleta del CUS Atletica Tirreno Veronica Correale in 3h11’53”. Seconda classificata è che vi scrive, Cecilia Di Benedetto della FIDAS Pescara, contenta delle sue 3h12’57”. Terza piazza, e titolo di campionessa regionale di maratona, per Giovanna Zappitelli in 3h23’52” (ASD Podistica Luco dei Marsi). Dietro di lei Patrizia Rossi che corre per la Pico Runners con il tempo di 3h26’38”. Tra le assolute si piazzano anche Monia Coletti (Fit Program PE), Antonietta Iocola (Pod. Capitanata), Arianna Masciulli (Acli Marathon Chieti),  Stefania Micolucci (Pod. Adriatico), Chiara Zurli (Fart Sport) e Angela De Nittis (il Crampo). A seguire Cinzia Pomante (Fart Sport, 1° F45), Giuseppina Franzone (Filippide Montesilvano, 2° F45), Franca Costetti (GS Lamone, 1° F35), Anna Maria Brunetti (AVIS Mola, 1° F18), Nunzia Patruno (Atl. Aufidus, 3° F45), Heidi Cameron (Runners Chieti, 2° F35).

In conclusione devo dire, per onestà intellettuale, che la storia di Filippide che ho raccontato all’inizio è solo una leggenda. In realtà la storia narra che egli fu mandato a Sparta per chiedere aiuto nella guerra contro la Persia. La distanza percorsa sarebbe stata di 246 chilometri ricoperta in due giorni (da 25 anni ormai si tiene una gara rievocativa, la Spartathlon). Ma la fatica del soldato fu vana in quanto la risposta degli Spartani alla richiesta di aiuto fu negativa, perché impegnati nei festeggiamenti di Artemide.

Ciascuno dei maratoneti, e di tutti i podisti che hanno partecipato alle gare di Pescara, proprio come il soldato greco, sembra abbiano voluto portare un messaggio: per qualcuno quello della vittoria o del piazzamento, per qualcun altro quello di aver migliorato il proprio personale, e per qualcun altro ancora, anche solo quello di arrivare in fondo.

Scarica tutte le classifiche in pdf  , o il diploma di partecipazione  .All'interno il rilevamento GPS del percorso della maratona. Qui ci sono tutte le foto  di Adamo Di Loreto  .

Leggi tutto...

CSEN

Cerca

Sport CSEN

Nessun evento

Danza

Nessun evento

Atletica

Nessun evento

Ultimi Eventi

Nessun evento

Le Escursioni di Marcello

Abbiamo tra noi un appassionato di montagna e di fotografia, Marcello Olivieri, sottovalutato dai media locali ma premiato più volte per le sue immagini. Riproponiamo qui le escursioni da lui consigliate.


Roccaraso


Roccaraso, 10 giorni dopo


Neve a Roccaraso


Maiella Orientale Da Palombaro al Rifugio Martellese


Mainarde, Capanna di Charles Moulin


Escursione sul Monte Camicia 2564 s.l.m.


Escursione sul Gran Sasso 2010


Escursione sul Monte Porrara 2136 s.l.m.


Roccaraso sotto la neve


Escursione da Roccaraso a M. Meta 2241 s.l.m

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Foto Recenti

Ultimi arrivi nelle gallerie fotografiche

1° Frentania Trail


1° Frentania Trail


Podistica Città di Atessa 2014


Mezza maratona Dei Tre Comuni (o di Pratola Peligna) 2014


Triathlon Fossacesia 2014


Trofeo Cascate del Verde 2014 a Borrello - Il BackStage


Tra Villa e Valli (Villa Romagnoli) 2013


Correre LiberaMente 2013


Maratonina dei Magi 2013


Capodanno Frentano 2013

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Disclaimer

Questo sito non rappresenta in alcun modo una testata giornalistica, ne è aggiornato con periodicità o sistematicità. Non è pertanto da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Le immagini pubblicate sono usualmente scattate dal webmaster o fornite da amici e collaboratori. Qualora il loro utilizzo violasse diritti di copyright, ce lo si comunichi e provvederemo all'immediata rimozione.
Il webmaster e il titolare del dominio non sono responsabili dei commenti inseriti dai lettori, in quanto totalmente indipendenti e autonomi rispetto ai contenuti inseriti dagli autori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di terzi, non sono da attribuirsi ai gestori, nemmeno se espressi in forma anonima o criptata, e a richiesta o per giudizio dei gestori saranno rimossi.
Licenza Creative Commons
Questo sito opera con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.
privacy policy
cookie policy

Le foto del Triathlon

 

Memorial Renato D'Amario 2012 - Spoltore


IronMan 70.3 Italy 2012


Ironman 70.3 Italy 2012


Triathlon Olimpico di Numana 2012


Triathlon Olimpico del Lago di Vico

Clicca sull'immagine per accedere alla galleria.

Ultimi Video

 

Mezza Maratona dei Tre Comuni 2012 - Onda TV


Auguri Coach Antonino


Iron Man 2012 - The full Circle


Iron Man 2012 - The full Circle


Intervista a Marco Olmo

Clicca sull'immagine per vedere il video.